ATTENTI PIRATI: ALLEGRA SBARCA AI CARAIBI!

Il battesimo dell’aria di Allegra è stato in volo verso i Caraibi, a 8 mesi.

image

Abbiamo volato con Airfrance in classe Premium Economy: una via di mezzo tra la business e l’economy. Consiglio di prenotare la baby cot. Si tratta di una culla che gli assistenti di volo applicano alla parete di fronte ai primi posti di ogni settore, molto utile nel momento della nanna. Consente ai vostri piccini di riposare comodamente e a voi di avere pochi attimi di tranquillità…

image

Abbiamo scelto St. Martin perché ci è stata descritta come meta family friendly e soprattutto perché dotata di strutture ospedaliere: il MEDICAL CENTER Louis Constant Fleming e il St. Maarten Medical Centre.  Quando si viaggia con una bimba così piccola si pensa subito a come e dove affrontare eventuali emergenze mediche.

Il volo è stato abbastanza movimentato. Allegra ha dormito solo un paio d’ore. Ma tutto sommato è andata meglio di come immaginavano.

Atterrati al Princess Juliana International Airport, l’aeroporto internazionale dell’isola, abbiamo scoperto, dopo varie ricerche, che il passeggino imbarcato a Milano è rimasto a Parigi durante lo scalo. Dopo tante discussioni e minacce ci hanno assicurato che ci sarebbe stato recapitato in hotel l’indomani.

Penserete: machissenefrega del passeggino! Siete ai Caraibi!

Certo eravamo ai Caraibi, ma con una bimba di 8 mesi che non camminava e che faceva pisolini ogni 4 ore…. il passeggino era bene primario per la sopravvivenza!!!

Consiglio quindi di munirsi di passeggino da viaggio, uno di quelli che chiudendosi diventa delle dimensioni del bagaglio a mano, così da poterlo portare con sè a bordo.

image

Abbiamo alloggiato a Orient Bay in un bellissimo resort, l’Esmeralda Resort, strutturato in tanti bungalow, ciascuno ospitava due camere da letto molto grandi, sparsi in un parco verdissimo con tanto di iguane che passeggiavano pacifiche tra i vialetti e le piscine.

La spiaggia dorata e il mare di un colore blu…caraibico!

Allegra ha preso immediatamente possesso della spiaggia!

image

Il mare qui l’abbiamo trovato un po’ troppo mosso per il bagnetto di Allegra. Infatti la spiaggia di Orient Bay, come tutte le spiagge oceaniche poste a est dell’isola, è esposta agli Alisei che rendono piuttosto ondoso il mare.

Allegra comunque non sembrava farsene un problema e temeraria ha voluto affrontare le onde!

Alla reception dell’hotel c’è un corner che si occupa del noleggio auto. Noi ne abbiamo presa una per tutto il soggiorno così da poterci spostare in autonomia.

image

Abbiamo visto altre spiagge stupende. A nord, la bellissima Friar’s Bay, sulla costa settentrionale dell’isola, incastonata in una deliziosa insenatura, lunga poche centinaia di metri e piuttosto ampia, bagnata da un mare calmo e cristallino, ideale per fare il bagno con i piccolini.

imageimage

Sulla costa nord orientale di St. Martin siamo stati sulla spiaggia Le Galion, ampia e piuttosto lunga di sabbia soffice e bianca. Molto verde, circondata da alte palme. Il mare turchese con fondali digradanti e acque sempre calme. Amata e frequentata da famiglie con bambini.

imageimage

Abbiamo anche provato a raggiungere la spiaggia dell’hotel Belmond La Samanna, nelle Terres Basses, ma Allegra era in una giornata no. Ci siamo girati a metà strada e tornati al resort.

Nel corso della settimana abbiamo fatto 2 escursioni che vale indubbiamente la pena fare: anche se Allegra era davvero piccola si è divertita moltissimo.

La prima escursione, più breve e meno impegnativa, è il tour nella fattoria delle farfalle! The Butterfly Farm è un piccolo paradiso tropicale dove si passeggia tra farfalle libere di ogni colore e dimensione. Allegra era molto incuriosita e avrebbe voluto toccarle tutte.

image

La seconda escursione è stata un’esperienza unica! Allegra ha fatto il bagno con i delfini al Dolphin Discovery di Anguilla. St. Martin dista da Anguilla solo 30 minuti di traghetto, ma all’imbarco e allo sbarco si deve passare il controllo dei passaporti. Anguilla infatti è isola britannica, mentre St. Martin è francese/olandese. Un simpatico particolare di Anguilla: accanto alla Union Jack, la bandiera del Regno Unito, uno stemma raffigurante tre delfini 🐬🐬🐬.

Ci si prepara in spiaggia all’incontro con i simpatici mammiferi marini: giubbini salvagente ed istruzioni sul percorso in acqua.

image

L’aspetto spettacolare di questa Dolphins Experience che la rende unica ed emozionante è che avviene tutto in mezzo al mare! Bellissimo!

Allegra ha abbracciato ed accarezzato il muso di un delfino con una naturalezza disarmante. Niente paura o incertezza! Come fosse il suo Artù!

image

Sappiate che a St. Martin esiste anche un piccolo zoo da poter visitare. Due anni fa purtroppo era chiuso.

Tra i ristoranti provati ne suggerisco due: uno molto elegante in Bld de Grand Case, l’Ocean 82,  dove abbiamo brindato all’anno nuovo con champagne e aragosta.

image

L’altro moooolto alla buona, ma genuinamente creolo, si chiama Au Coin Des Amis ed è su Grand Case Street. Si mangia su tavoloni in legno senza tovaglia seduti su scomode panche, ma l’atmosfera è così divertente che non ci si ricorda la scomodità!

image

Accanto al ristorante suonava una banda improvvisata che con la loro musica facevano da colonna sonora al nostro pranzo. Ed Allegra era particolarmente presa dalle note allegre (😄) degli strumenti a percussione!

image

Il primo lungo viaggio con Allegra è decisamente andato molto bene. Naturalmente faticoso, ma meravigliosamente emozionante.

Il volo del rientro, complice l’orario serale, è stato perfetto! Allegra si è addormentata all’imbarco e si è svegliata all’arrivo! Ha aperto gli occhi solo per chiedere il biberon. Piccola grande Allegra! ❤️

 

Follow:

1 Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *