Cosa fare a Milano il 12 e 13 marzo

Il week end si avvicina e con lui due giorni tutti da dedicare al relax e alla famiglia. Ecco cosa vi proponiamo per il 12 e 13 marzo a Milano!

cartoomics

  • CARTOOMICS: è arrivata alla ventitreesima edizione la storica rassegna milanese dedicata al fumetto, ai giochi e al cinema, che si terrà a Fiera Milano Rho (Padiglioni 16 e 20) dall’11 al 13 marzo 2016. Sarà un’edizione spettacolare, che avrà come protagonisti vere e proprie icone del panorama cinematografico e fumettistico non solo italiano, da Dylan Dog (che compie 30 anni) a Batman e Superman (attesissimi protagonisti del film Warner Bros. di prossima uscita), da Diabolik (a cui è dedicata una mostra) alla galassia fantascientifica delle serie sci-fi più amate come Star Wars, Star Trek e Doctor Who. E poi la grande partecipazione dei fan del fantasy e del reenactment con la grande area medievale e i suggestivi spettacoli dell’Umbrella Italian Division. Attesissimo anche l’ospite d’onore di questa edizione: Milo Manara che sabato 12 ritirerà il premio Cartoomics Artist Award incontrando il pubblico. Novità assoluta, infine, sarà il VideogameShow, evento dedicato al mondo dei videogames e degli youtubers.

COSPLAYERS sul palco di Cartoomics 3

Prezzo biglietti: individuale giornaliero: 13 euro
abbonamento individuale per 2 giorni: 18 euro
individuale per 3 giorni: 25 euro
Fino a 10 anni bimbi gratis

piccolo teatro di Milano

  • Il mestiere del Teatro: torna anche quest’anno dal 12 al 23 marzo la rassegna di visite guidate teatralizzate, adatte a bambini da 6 a 11 anni. Un meraviglioso viaggio dietro le quinte del Piccolo Teatro. Alla scoperta dei tanti mestieri teatrali. Chi costruisce le scene, chi cuce i costumi, chi cerca tutti gli oggetti che si trovano in scena? E cosa succede quando si chiude il sipario? Dove vanno gli attori, dove riposano i costumi, dove si racchiudono gli oggetti? Quanti segreti si nascondono dietro le quinte di un teatro, quanti luoghi inaccessibili al pubblico, quante persone che si impegnano per permettere agli attori di salire sul palcoscenico: tecnici, macchinisti, sarte e non solo… Perché dietro uno spettacolo, quella magia che si compie ogni sera sul palcoscenico, che inizia e finisce in un battere di ciglia, ci sono tantissime ore di lavoro.
    «Quello che vogliamo trasmettere – dice Stefano Guizzi, attore cresciuto alla scuola di Giorgio Strehler, che conosce il Piccolo come le proprie tasche e ha curato Il mestiere del Teatro– è che la macchina teatrale è complessa, uno spettacolo non è solo recitazione».
    Due attori, Davide Gasparro e Federica Gelosa, diplomati alla Scuola di Teatro del Piccolo, guidano il giovanissimo pubblico in un itinerario che percorre il Teatro Strehler, dalle aree “pubbliche” (il foyer, la sala) fino agli spazi di lavoro meno conosciuti, la sartoria dove nascono i costumi, l’attrezzeria, “scrigno” sotterraneo che contiene migliaia di oggetti ed elementi scenici degli spettacoli del passato e di quelli che verranno, e l’archivio storico che custodisce immagini, memorie, preziosi documenti, copioni, come mappe antiche di una avventurosa caccia al tesoro.
    Le visite si tengono di sabato, alle 15.30 e alle 17 e la domenica alle 11. Prenotazione obbligatoria. I biglietti per il sabato e la domenica si possono prenotare telefonicamente al n. 848.800.304 oppure ritirare presso la biglietteria del Teatro Strehler
    mostra disney Milano

 

  • L’arte di Romano Scarpa, il più grande artista Disney italiano: grazie alla preziosa collaborazione di Marco Castelletta, il maggior collezionista italiano di opere di Romano Scarpa, e di altri collezionisti disneyani e ai materiali custoditi nell’archivio della Fondazione Franco Fossati, sarà possibile ammirare il lavoro del grande artista non solo grazie alle oltre 150 tavole originali tratte dalle sue storie più amate, ma anche grazie a preziosi “dietro le quinte” per la prima volta esposti al pubblico, come i dettagliatissimi story board a matita, in cui Scarpa verificava che tutto fosse al posto giusto prima di passare al disegno vero e proprio. Saranno esposte pagine tratte dalle sceneggiature originali, illustrazioni e copertine e inoltre verranno indagate, approfondite e svelate le ispirazioni più diverse che hanno stimolato la fantasia di Scarpa: grande appassionato di cinema, il grande artista veneziano seppe infatti trasporre nel mondo Disney le atmosfere del grande schermo, guardando alla produzione di ammiratissimi registi come Frank Capra e Alfred Hitchcock. Attraverso riproduzioni a colori e ingrandimenti scenografici sarà anche possibile rivivere le storie più belle di Scarpa alla scoperta delle sue trovate più inusitate e geniali. Tra le molte tavole originali esposte in mostra, solo per citarne alcune, si potranno ammirare quelle della sua prima storia pubblicata Biancaneve e Verde Fiamma (1953), ma anche quelle di Topolino e le delizie natalizie (1954, prima storia con Mickey Mouse), Zio Paperone e l’ultimo balabù (1960, prima apparizione di Brigitta), la storia a strisce Topolino e la banda dello sternuto (1990) e tantissime altre (da Il trono di diamanti a La regina d’Africa), oltre alla pagina conclusiva di Orazio e le riparazioni a catena, ultima storia pubblicata da Topolino nel 1998.

Orari di apertura: da martedì a venerdì, ore 15.00-19.00; sabato e domenica, ore 15.00-20.00.
Biglietti: intero 5,00 euro; ridotto 3,00 euro; convenzionato 4,00 euro
WOW Spazio Fumetto, viale Campania 12 02 49524744 / 02 49524745

Follow: